Indice dei Contenuti

Metodo Montessori a casa: La guida completa

metodo montessori in casa

L’educazione Montessori è comunemente associata alle scuole Montessori, ma non si limita esclusivamente a queste strutture. Chiunque, che sia genitore, operatore sanitario o educatore, può creare un ambiente Montessori a casa.

Quei primi momenti dopo essere diventati genitori sono un vortice di emozioni. C’è la gioia nel vedere le piccole dita delle mani e dei piedi del bambino. L’entusiasmo per le attività che si svolgeranno insieme man mano che cresce. E soprattutto, un amore puro e incondizionato per questo nuovo membro della famiglia.

Anche se ci sono mesi per preparare la casa a questo nuovo arrivo, potresti iniziare a domandarti se hai fatto tutto il possibile per essere pronto. Dalle prese elettriche a prova di bambino ai libri perfetti da leggere, hai controllato ogni dettaglio, ma i dubbi possono persistere.

Sebbene non esista un manuale su come crescere un bambino, ne esiste uno per creare un ambiente in cui ogni bambino possa sfruttare la propria capacità innata di apprendere dal mondo circostante. Da oltre un secolo, i genitori utilizzano la filosofia educativa Montessori, sviluppata dalla Dott.ssa Maria Montessori, per aiutare i loro figli a esplorare e a svilupparsi fisicamente, cognitivamente, emotivamente e socialmente.

In questa guida definitiva al Montessori a casa, ti forniremo tutte le informazioni necessarie sull’educazione Montessori, su come creare un ambiente adeguato in casa, e ti daremo idee pratiche per adattare il tuo ambiente Montessori man mano che tuo figlio cresce.

L’ambiente come base su cui iniziare

Le aule Montessori sono pensate per essere spazi dove i bambini possono esplorare e imparare autonomamente. Non troverai file di banchi di fronte a un insegnante per una lezione strutturata. Al contrario, i bambini in queste aule si muovono liberamente seguendo i propri interessi.

La Dott.ssa Montessori credeva che ogni bambino fosse capace di realizzare grandi cose se posto nell’ambiente giusto per imparare, commettere errori e crescere. Avere l’ambiente adatto è essenziale. Se sei preoccupato per i costi, non temere: creare un’esperienza Montessori a casa è conveniente e adattabile alle dimensioni della tua abitazione.

È fondamentale ricordare che l’esperienza Montessori va oltre una singola stanza dedicata all’apprendimento. Il bambino non smette di apprendere ed esplorare quando ripone un libro sullo scaffale o riordina i suoi materiali artistici.

L’esperienza Montessori coinvolge l’intera casa: dalla cucina al bagno, dalla camera da letto al soggiorno.

Forma e funzione

Per molti di noi, il passaggio al lavoro da casa (smarworking) ha richiesto più della semplice installazione di un monitor e una tastiera nel seminterrato o qualsiasi altra stanza. Le aziende investono in mobili per ufficio per creare uno spazio adatto al lavoro. Lo stesso tipo di investimento è necessario per creare il vostro ambiente Montessori a casa. Entreremo nei dettagli più avanti nella guida, ma ci sono tre principi fondamentali da tenere a mente.

  • Meno distrazioni: Per l’apprendimento Montessori sono preferibili mobili semplici e funzionali. Non c’è una regola rigida sulla scelta tra materiali naturali e artificiali; i mobili dovrebbero essere puliti e, idealmente, privi di distrazioni.
  • Strumenti del mondo reale: Gli spazi Montessori offrono ai bambini la possibilità di gestirsi autonomamente. Avere oggetti come tazze e contenitori adatti alle loro dimensioni permette loro di svolgere azioni semplici come prendere da soli l’acqua anche grazie all’ausilio di una torre montessoriana. Queste opportunità rafforzano la fiducia e la resilienza che i bambini svilupperanno in ogni fase della loro crescita.
  • A misura di bambino: L’educazione Montessori mira a sviluppare bambini autonomi, capaci di svolgere in modo indipendente attività quotidiane a casa e in classe. È preferibile scegliere mobili adatti alla fase di vita del bambino, come letti bassi per facilitare l’esplorazione autonoma al mattino, o tavoli e sedie della sua statura anziché seggioloni e seggiolini.

Oggetti e giocattoli di uso quotidiano

I materiali nelle classi Montessori variano da oggetti domestici comuni a materiali didattici progettati scientificamente, che stimolano i bambini a sviluppare una comprensione del mondo circostante.

La stessa filosofia che favorisce l’uso di mobili semplici e funzionali si applica anche ai materiali nell’ambiente di casa. Ad esempio: le cucine giocattolo in plastica vengono sostituite con stoviglie e utensili reali, ridimensionati per i bambini. Con l’approccio Montessori, l’obiettivo è che i bambini imparino attraverso esperienze autentiche.

giocattoli montessori

L’uso di oggetti domestici quotidiani insegna anche una lezione importante sulla responsabilità. I bambini imparano a trattare con cura le proprie cose e quelle altrui, soprattutto quando questi oggetti sono delicati o fragili.

Ordine e pulizia

I bambini apprendono in molti modi, tra cui imitando le persone intorno a loro. Essi desiderano contribuire alla gestione della casa, ispirati dall’amore per i genitori. Fornire loro opportunità di aiutare, quando possibile, è incoraggiante.

Organizzare la casa secondo i principi Montessori significa mantenere un ordine chiaro e una disposizione tale che i bambini possano riordinare autonomamente. Invece di contenitori o ceste piene di oggetti eterogenei, il tuo ambiente Montessori dovrebbe essere organizzato e semplice. Giocattoli e libri dovrebbero essere raggruppati per categoria o argomento. Quando noti un cambio di interesse nel tuo bambino, puoi introdurre nuovi gruppi di giocattoli e libri.

I materiali per la pulizia dovrebbero essere a portata di mano, così che il bambino possa pulire da solo dopo aver mangiato o fatto uno spuntino. Questo aiuta i bambini a sviluppare un senso di cura e gestione del proprio ambiente.

Un buon modo per ricordare questo approccio è l’acronimo K.I.S. – Keep It Simple (mantienilo semplice). Benché un ambiente disordinato possa essere segno di genialità, uno spazio organizzato e semplice aiuta i bambini a diventare tranquilli, felici e indipendenti.

metodo montessori pulizie di casa

Essere genitori secondo il metodo Montessori

Creare un ambiente preparato è solo il primo passo nel percorso verso l’adozione del Metodo Montessori in casa. Il passo successivo è prepararsi a diventare genitori secondo questo metodo.

La filosofia Montessori si basa sull’idea di un bambino che cresce in un ambiente preparato: un’aula pensata per soddisfare le esigenze di ogni bambino, consentendogli di muoversi con dignità e autonomia, richiedendo il minor aiuto possibile nelle attività quotidiane. Come genitore, il tuo ruolo è quello di guidare il bambino mentre esplora l’ambiente circostante e persegue i suoi interessi. Essere genitori secondo il metodo Montessori significa essere consapevoli degli interessi del bambino e presenti nelle interazioni con lui.

La Dott.ssa Montessori sosteneva che i bambini si sviluppano in individui forti quando vengono aiutati a coltivare la propria motivazione interna, piuttosto che essere motivati attraverso ricompense esterne.

Tre passi per essere un grande genitore Montessori

  1. Osserva tuo figlio mentre esplora: Un ambiente preparato ad hoc consente ai genitori di fare un passo indietro e osservare attentamente il proprio bambino. Già dai sei mesi, i bambini possono iniziare a notare differenze tra immagini che mostrano diversi numeri di oggetti. Osservando tuo figlio, cerca segni di interesse verso un oggetto o un argomento, e crea per lui un vassoio o un cestino con giocattoli e libri correlati. Ad esempio, se durante una passeggiata tuo figli/a mostra interesse per gli uccelli, puoi mettere insieme alcuni libri e giocattoli a tema uccelli da esplorare a casa.

Questa è la differenza fondamentale tra l’essere un genitore “tradizionale” e seguire la filosofia Montessoriana. Come genitori, tendiamo naturalmente a voler insegnare ai nostri figli ciò che riteniamo debbano imparare. Invece, grazie all’insegnamento Montessori lasciamo al bambino la guida dell’educazione, permettendogli di riempire la sua “mente assorbente” con ciò che desidera conoscere.

Più avanti in questa guida, discuteremo dell’importanza di curare questi materiali e di come ruotarli man mano che gli interessi del tuo bambino cambiano.

  1. Gli errori accadono: Essere genitori secondo il metodo Montessori significa utilizzare l’errore come lezione di autodisciplina e responsabilità. Gli errori e gli incidenti sono una parte naturale del processo di apprendimento. È attraverso gli errori che i bambini testano e superano i propri limiti di conoscenza e comprensione. Specialmente fino ai sei anni, i bambini hanno menti assorbenti che catturano tutto ciò che li circonda. Questa varietà di esperienze, sia i successi che i fallimenti, vengono utilizzati dai bambini come trampolino di lancio per una vita di pensiero critico e azione.

Quando un bambino commette un errore, come ad esempio lasciando cadere un piatto, la nostra prima reazione potrebbe essere di allontanare il bambino e pulire noi stessi. Invece, dovremmo coinvolgere il bambino nella pulizia. Potrebbe raccogliere con cura alcuni pezzi più grandi e gettarli nel cestino, prima di imparare ad usare la paletta e la scopa. Questo è un’opportunità per il bambino di interagire con il proprio ambiente e comprendere le conseguenze naturali delle proprie azioni.

  1. Evita di essere un genitore elicottero o ombrello: Tutti i genitori vogliono proteggere i propri figli, è un istinto naturale. Tuttavia, può capitare di diventare troppo protettivi, trasformandosi in genitori elicottero che gestiscono ogni aspetto della vita quotidiana dei propri figli. Seguire il Metodo Montessori può aiutare a evitare questa tendenza, poiché promuove l’autonomia del bambino anziché l’intrattenimento costante.

Inserire i bambini in programmi di attività rigidi può sembrare benefico, ma la ricerca della Dott.ssa Montessori ha mostrato che i bambini si sviluppano meglio quando hanno libertà di esplorare i propri interessi autonomamente. L’obiettivo dei genitori Montessori è aiutare i propri figli a diventare individui felici, sani e indipendenti. Questo percorso verso l’indipendenza si costruisce nell’ambiente preparato a casa, fornendo opportunità per sviluppare autodisciplina partecipando alle attività domestiche.

Studi hanno dimostrato che la ‘genitorialità elicottero’ può minare il senso di indipendenza e fiducia nei bambini, portando a sentimenti di tristezza o inadeguatezza. Essere genitori Montessori significa creare un ambiente in cui il bambino possa fare errori e imparare in sicurezza. Ad esempio, fornire una postazione per spuntini salutari dove il bambino possa servirsi da solo, gli permette di gestire le proprie porzioni e pulire eventuali disordini. Dare ai bambini spazio per gestire autonomamente le proprie azioni costruisce quella disciplina interiore identificata dalla ricerca di Montessori come cruciale per lo sviluppo di un bambino felice, impegnato e curioso.

Organizzare l’ambiente di apprendimento domestico

Quando si parla dell’adozione del Metodo Montessori in casa, spesso emerge la questione dei costi associati. Esiste il mito che l’introduzione del Montessori in casa sia costosa, ma non deve necessariamente essere così.

Condivideremo ciò che è necessario sapere per rendere il Montessori a casa conveniente e semplice. È importante notare che adottare Montessori in casa è un esperienza che coinvolge tutta la famiglia. Ogni stanza dovrebbe essere organizzata in modo che ogni membro della famiglia possa essere il più indipendente possibile. La disciplina interiore del bambino, descritta dalla Dott.ssa Montessori, si sviluppa attraverso attività pratiche di vita quotidiana, come l’igiene personale, la pulizia dopo i pasti e la cura delle proprie cose e di quelle della famiglia.

Prima di esplorare come applicare il metodo Montessori in ogni stanza della casa, analizziamo 3 principi cardini:

  1. Mantenere le cose all’altezza degli occhi: Organizza gli spazi in modo che tuo figlio possa accedere facilmente ai materiali di cui ha bisogno per il suo apprendimento. Considera l’aggiunta di scaffali sicuri per bambini in cucina, bagno e altre stanze, in modo che il bambino possa ottenere i materiali necessari quando ne ha bisogno.
  2. Less is more (meno e meglio): Si potrebbe essere tenti di aggiungere sempre più giocattoli e libri negli spazi dei bambini, ma nel Montessori meno è davvero più. Usa cestini e vassoi più piccoli per organizzare libri e giocattoli per tema, piuttosto che ammassare molti oggetti in contenitori profondi. Osservando tuo figlio e adattando i materiali ai suoi interessi nell’evoluzione, puoi introdurre nuovi oggetti in modo mirato.
  3. Tutti prendono una scopa: Non limitarti a organizzare solo i materiali didattici a livello degli occhi del bambino. Metti a disposizione prodotti per la pulizia adatti ai bambini, come stracci e scope a mano, alla loro altezza. In questo modo, incoraggerai il bambino a prendersi la responsabilità delle sue attività, dalla preparazione di spuntini salutari alla pulizia di eventuali fuoriuscite.

Lo spazio di apprendimento Montessori

Che sia un ufficio, uno stanzino, una scrivania condivisa o una caffetteria, tutti desideriamo uno spazio dedicato per svolgere il nostro lavoro. Allo stesso modo, molti bambini hanno bisogno di uno spazio dedicato per l’apprendimento e l’esplorazione.

Se la tua casa lo consente, crea uno spazio dedicato esclusivamente a loro per separare l’apprendimento dalle altre attività domestiche. Scegli mobili semplici e funzionali per l’ambiente preparato in casa. I materiali possono essere in legno, plastica o altri compositi, ma è importante che siano privi di distrazioni, come illustrazioni, personaggi dei cartoni animati o marchi evidenti. Organizza i materiali in cestini e vassoi su uno scaffale facilmente accessibile per mantenere tutto in ordine. Un ambiente di apprendimento ordinato e privo di distrazioni aiuta i bambini a concentrarsi meglio sugli argomenti che stanno esplorando.

Anche se gli spazi Montessori sono ordinati, non significa che debbano avere pareti spoglie. Esponi opere d’arte che rispecchino gli interessi attuali di tuo figlio per ispirare il suo apprendimento. L’arte non deve essere costosa; puoi utilizzare pagine di riviste o acquistare stampe da artisti locali per creare uno spazio accogliente e stimolante.

La cameretta Montessori

Come la tua camera da letto, anche la cameretta di tuo figlio è un rifugio dalle attività quotidiane. Molti dei principi dell’Ambiente Preparato possono essere applicati nella progettazione della cameretta Montessori.

Sebbene da bambini molti sognassero letti a tema, come auto da corsa o letti da principessa, un semplice letto a terra è più adatto per una cameretta Montessori. Un lettino a terra permette al bambino di iniziare la giornata in modo indipendente, sia che si tratti di rotolarsi, gattonare o alzarsi in piedi.

Essendo in grado di alzarsi facilmente dal letto, il bambino può scegliere autonomamente i propri vestiti e vestirsi da solo. Questo contribuisce a sviluppare la loro autodisciplina e senso di indipendenza. È noto che i bambini possono avere scelte di abbigliamento originali, quindi fornisci opzioni nel comò o nell’armadio adatte al clima per evitare frustrazioni.

Oltre a vestirsi, il bambino può prendere giocattoli e libri dagli scaffali per giocare. Per i più piccoli, un tappetino da gioco può creare uno spazio sicuro dove giocare dopo il risveglio. Insegnare ai bambini a prendersi cura dei propri spazi e oggetti è fondamentale; coinvolgili nel piegare e riporre i vestiti, mostra loro come rifare il letto e, come per ogni spazio della casa, insegnagli che ogni cosa ha un posto e che pulire è parte dell’apprendimento e del gioco.

La Cucina Montessori

La cucina è il cuore della casa, dove la famiglia si riunisce per condividere pasti ed esperienze quotidiane. Allestire la cucina per il tuo bambino Montessori significa renderla uno spazio dove possa osservare, partecipare e contribuire.

Invece di oggetti giocattolo, incoraggia tuo figlio ad usare piatti e stoviglie reali. L’uso degli stessi oggetti utilizzati dagli altri membri della famiglia insegna il valore degli oggetti e incoraggia i bambini a fare attenzione nell’uso, nella pulizia e nel riporre piatti, stoviglie, tazze e bicchieri.

metodo montessori in cucina

In una cucina non sempre è possibile disporre di mobili e sedute adatte all’altezza del bambino. Come detto precedentemente, puoi utilizzare delle torri montessori adatte all’età per portare i bambini all’altezza del bancone e del lavandino. Essere alla giusta altezza permette ai bambini di partecipare attivamente a compiti come lavare i piatti o versare l’acqua.

Rialzi e seggioloni possono limitare la libertà di movimento dei bambini. Una sedia e un tavolo a misura di bambino consentono loro di godersi il pasto come gli adulti. La libertà di movimento li incoraggia anche a pulire il proprio piatto e le stoviglie dopo il pasto.

Usa la cucina come luogo per esplorare le attività pratiche della vita quotidiana. Tieni a portata di mano scope e panni per la pulizia affinché i bambini possano pulire da soli. Per gli spuntini, fornisci facile accesso a snack salutari, brocche e tazze a misura di bambino, permettendo loro di servirsi autonomamente quando necessario.

Il bagno montessoriano

Ogni stanza della tua casa offre l’opportunità per il tuo bambino di imparare a prendersi cura dello spazio e di sé stesso. Questo è particolarmente vero per il bagno, dove l’apprendimento dell’igiene personale è cruciale per lo sviluppo di un bambino forte e indipendente.

Come in cucina, anche il bagno può essere adattato alle esigenze del tuo bambino Montessori man mano che cresce. Il bagno diventa anche il luogo dove dare l’esempio, lavando i denti e le mani per dimostrare un’igiene corretta.

Un sgabello adatto all’età consente al tuo bambino di raggiungere la toilette autonomamente. Esistono anche adattatori per rubinetti che permettono al bambino di accendere e spegnere l’acqua in sicurezza.

Limita il numero di giocattoli in bagno per ridurre il disordine e aiutare il bambino a concentrarsi sulle sue attività. Tieni a disposizione panni e asciugamani affinché il bambino possa riordinare sia sé stesso che il bagno.

Montessori a casa per neonati

È possibile implementare il metodo Montessori in casa fin dai primi mesi di vita del bambino. Il primo passo è creare un ambiente sicuro. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Posiziona prodotti chimici e detergenti sugli scaffali più alti o in armadietti chiusi a chiave.
  • Controlla lampadari, dispositivi elettronici e elettrodomestici per cavi allentati che potrebbero essere pericolosi. Usa coperture per prese elettriche a prova di bambino.

Dalla culla al letto a terra

Le guide Montessori suggeriscono di spostare i bambini da una culla a un lettino a partire dai due mesi. Questo favorisce la capacità del bambino di svegliarsi ed esplorare il proprio spazio in modo indipendente.

Primi denti e introduzione di cibi solidi

L’approccio Montessori, guidato dal bambino, si applica anche alla dentizione e all’introduzione di cibi solidi.

  • Per la dentizione, offri al bambino alcuni giocattoli da masticare accessibili in un cestino.
  • Per i cibi solidi, permetti al bambino di provare cibi durante i pasti in famiglia, lasciando che scelga la quantità di cibo solido da provare.

Ricorda di usare piatti e stoviglie veri, permettendo al bambino di vivere il momento del pasto come il resto della famiglia.

Montessori a casa per i più piccoli

Man mano che il tuo bambino cresce, adatta il tuo ambiente Montessori di conseguenza.

  • Usa vassoi e cestini a tema stagionale per incoraggiare l’esplorazione.
  • Osserva i cambiamenti negli interessi del bambino e adatta i giocattoli e i libri di conseguenza.
  • Coinvolgi il bambino nella pianificazione dei pasti per esplorare i suoi gusti e prevenire la schizzinosità.

Apprendimento dell’uso del vasino

Invece di un approccio tradizionale all’educazione al vasino, i genitori Montessori usano questa fase per costruire la fiducia nel bambino.

  • Introduce un vasino piccolo che il bambino possa usare in modo indipendente.
  • Parla apertamente delle funzioni corporee e usa parole concrete per aiutare il bambino a esprimersi.

Gestire i capricci nei bambini Montessori

Anche i “bambini Montessori” fanno capricci. Ecco come gestirli:

  • Usa il metodo Montessori di ascolto attivo per comprendere e aiutare il bambino a gestire i propri sentimenti.
  • Offri scelte anziché cedere o minacciare punizioni. Ad esempio, se il bambino desidera uno spuntino malsano, offrigli opzioni salutari.
  • Usa l’arte come mezzo per esprimere sentimenti, invitando il bambino a disegnare o dipingere ciò che prova.

Interessantissimo video su come gestire i capricci con il metodo Montessori

In conclusione, l’approccio Montessori a casa offre una straordinaria opportunità per i bambini di sviluppare indipendenza, fiducia in sé e competenze pratiche sin dalla tenera età. Attraverso l’implementazione di ambienti pensati e strutturati specificamente per le loro esigenze – dalla cucina al bagno, dalla cameretta all’area di apprendimento – i bambini sono incoraggiati ad esplorare, imparare e crescere in modo organico e armonioso con il loro ambiente. Questo metodo, che privilegia la scelta, l’esplorazione autonoma e il rispetto per il ritmo naturale di apprendimento di ogni bambino, non solo facilita lo sviluppo cognitivo ed emotivo, ma nutre anche una solida base di autostima e autonomia.

Close Mio Carrello
Recently Viewed Close
Close

Close
Navigation
Categorie